cadescaleUna scala per essere sicura deve avere le pedate antiscivolo, e un profilo anteriore arrotondato. La balaustra, deve essere alta almeno un metro. E la scala ben illuminata. Per impedire l’accesso alla scala a un bambino esistono ringhiere e cancelletti che si posizionano all’inizio e al punto di arrivo della rampa. Il corrimano deve essere sempre presente, per tutta la lunghezza della scala, come punto saldo di appoggio. Ma è la ringhiera appunto, continua, a fornire la giusta barriera di sicurezza.

Importante inoltre la colorazione della scala che avere una pedata chiara e uniforme, in constrasto con una colorazione più scura dell’alzata. Da non trascurare l’aspetto acustivo, non rilevante ai fini della sicurezza. Legno, lamiera e cristallo sono materiali che generano rumore al contatto con la scarpa. In tal caso è possibile rimediare rivestendo le pedate con caucciù, moquette, feltro, gomma.
Le scale di sicurezza
Nella progettazione di edifici pubblica è obbligatoria la scala antiincendio, con una duplice funzione: collegamento fra più piani e mezzo di propagazione verticale degli incendi. Le scale devono essere progettate in modo da assicurare l’evacuazione di emergenza dell’edificio e impedire la penetrazione del fumo nel vano scala.
Manutenzione e pulizia
Le aziende offrono modelli a manutenzione zero. I gradini il legno sono verniciati, il cristallo temperato a più strati per non essere scheggiato, e la plastica, di per sé, non richiede particolari cura, resistendo sia all’interno che all’esterno. Sarebbe impensabile infatti dover curare e trattare una scala, in quanto è pensata come spazio transitabile, soggetto ai pesi e alle pressioni e al frequente calpestio.
Per la pulizia, in genere, basta un panno umido, evitando però prodotti chimici che possono rovinare materiali naturali come la pietra, specialmente i marmi e graniti. E per il legno, i prodotti con cere e olii, da asciugare completamente, perché i gradini potrebbero diventare scivolosi.
La scala in cristallo, elegante e preziosa, è la più delicata, perché soggetta a essere scheggiata. Ma, grazie alle ultime tecniche di lavorazione, resa più resistente e antiscivolo, con la serigrafia.

A proposito dell'autore

Post correlati